#PATTO CON LA TERRA

Per coloro che hanno avuto il privilegio di viverla in buona salute, la lunga permanenza nelle nostre case, causata dal coronavirus, ha dato vita a fenomeni contrastanti, da una parte ci siamo trovati di fronte a scenari spaventevoli e dall’altra a gestire il tempo con una cadenza completamente nuova. Dopo il primo sconcerto ed una crisi di adattamento, dalla nostra visuale ridotta, balcone o finestra che fosse, si è aperta una prospettiva immensa.

 

Abbiamo cominciato ad osservare la realtà circostante abbandonandoci pian piano ad una forma di ascolto che avevamo silenziato. Il tempo vissuto dentro di noi ha prodotto pensieri nuovi e sentimenti contrastanti germogliando preziosamente.

 

La Natura, liberata dall’oppressione dell’Uomo è esplosa rigogliosa, forte e potente, regalandoci scenari completamente dimenticati.  


In questo tempo dilatato, molti si sono trovati a ridare vita a progetti caduti nell’oblio, a riscoprire il quotidiano scandito da piccoli piaceri perduti, a vivere la famiglia nella sua pienezza, a ridare valore alla solidarietà, al senso di appartenenza alla comunità in senso stretto e in senso universale, tantissime sono state le sofferenze e tantissimi sono stati i vantaggi.  


Per non dimenticare in futuro tutto questo e perché da un momento di crisi così profonda che è costata la vita, il dolore e il sacrificio di migliaia di persone si possa trarre l’esperienza giusta, ho provato ad immaginare quella che potrebbe essere una proposta per trasformare tutto ciò in un’azione collettiva responsabile.   


Da questa fantasia parte l’idea del patto con la Terra, una campagna di sensibilizzazione attraverso un accordo scritto con il nostro pianeta da mettere in atto quando usciremo dalla quarantena. 
Una sorta di contratto firmato dentro il quale si stabiliscono concretamente alcune azioni correttive che riguardano l’aspetto ambientale, umano, morale, sociale. La proposta potrà partire ad esempio da singole persone, nuclei familiari, condomini, associazioni di categoria, scuole, organizzazioni di ogni tipo e aziende. 

Cosa posso modificare nel mio quotidiano per godere in futuro dei privilegi vissuti fino ad ora? Quali azioni responsabili posso mettere in campo per garantire all’essere umano di vivere in sintonia con il creato? Quali vecchie abitudini posso sacrificare sostituendole con altre più rispettose e consapevoli? 

Saranno le risposte a queste importanti domande a far scaturire nuovi comportamenti. Una volta definite le azioni, dopo averle concordate e stilate con tutti i membri della comunità di appartenenza, si passerà alla compilazione del documento denominato patto con la Terra. Il patto dovrà essere corredato di dettagli che ne definiscano la modalità e la tempistica.

 

Le azioni correttive dovranno essere semplici e misurabili.  Nel caso di un’iniziativa autonoma, il documento sarà custodito dal singolo, nel caso di un documento redatto da un piccolo nucleo, famiglia, condominio, associazione di categoria, azienda, ecc. esso sarà custodito dalla persona scelta dal gruppo come responsabile. Il patto con la Terra dovrà avere una durata minima di tre mesi, rinnovabile. I patti firmati saranno curati dal responsabile generale della comunità che alla scadenza verificherà la congruità dell’impegno stabilito. 


I patti, inoltre, saranno pubblicati in questa bacheca virtuale con lo scopo di creare scambi, connessioni, condivisioni di idee e suggerimenti ed eventualmente implementare nuove iniziative e perché no, nuove metodologie di lavoro nei vari settori. Il patto con la terra potrebbe diventare il segno distintivo di un’organizzazione eccellente che mette al primo posto nel futuro la ripresa di un dialogo corretto fra l’Uomo e la Natura. Le azioni positive sono contagiose, diventano virali nel senso buono. Tutte le grandi crisi nascondono grandi opportunità, con il nostro impegno possiamo influire positivamente e ritornare a vivere in armonia, tutti. Il cambiamento comincia con piccoli gesti, piccole azioni di milioni di persone. 


Nascere non basta. È per rinascere che siamo nati. Ogni giorno. Pablo Neruda 

Patto per il singolo
Patto per i gruppi

Scarica il modulo e dopo averlo compilato invialo alla mail pattoconlaterra@gmail.com

Patto con la Terra è un progetto di Antonella Ippolito |  pattoconlaterra@gmail.com